366 m di dislivello + e 422 m di dislivello –

Scarica GPX

Ultimo giorno di cammino, speravamo di avere più tempo per trattenerci a Loreto e raccogliere gli ultimi pensieri a conclusione dell’esperienza, purtroppo ci siamo trovati di fronte un paio di impedimenti, il primo è stato il meteo che prometteva forte temporale dalle 13:00  su tutta la zona, il secondo è stato che per tornare a Roma con soli treni regionali (e quindi senza dover smontare le biciclette e riporle nelle sacche, come si fa quando si prendono altre tipologie di treni) gli orari da Loreto scalo erano solo quattro, alle 12:11, alle 12:42 alle 14:00 e alle 17:50, e quindi, date anche le ore di treno per raggiungere Roma, abbiamo deciso di partire presto, in sella prima delle 8:00 da Cervare per provare a prendere il treno delle 12:42 dalla stazione di Loreto.

Siamo partiti per la via più breve, per non rischiare di non completare il nostro percorso, ma non per quella con meno salite!, la prima è stata a Montelupone, non troppo lunga, ma la stanchezza delle giornate precedenti si è fatta sentire … e ogni salita sembrava volercela ricordare.

L’ultimo tratto, prima di Loreto, abbiamo deciso di riprendere la via lauretana, così da arrivare a Loreto dalla antica via, ma la pendenza è stata particolarmente significativa, tanto da fare  l’ultimo tratto a spinta !!!

Siamo poi Arrivati a Loreto, circondati dagli sguardi un po’ stupiti dei pellegrini! che probabilmente di rado hanno visto cicloviaggiatori fare questo pellegrinaggio, alcuni ci hanno domandato da dove stessimo arrivando e pronunciato Assisi, ci hanno fatto una serie di complimenti per il viaggio!

Ma i complimenti, lusinghe a parte!, per quanto ci riguarda, sono per tutti coloro che ci hanno permesso di fare il viaggio e per chi ha avuto l’idea di ripristinare il percorso lungo una via bella e importante come questa

La conclusione del nostro cammino … oltre ad essere stata ovviamente sotto la pioggia!!! … è stata un insieme di sensazioni. Il viaggio terminato, ciò che si stava per lasciare e ciò che si era acquisito, ha provocato in entrambi una forte emozione, tanto da, una volta entrati nella chiesa di Loreto , toglierci le parole e tanto da commuoverci.

Grazie a tutti.