Il Progetto “I Cammini Lauretani” nasce dal desiderio della comunità ecclesiale e del territorio di riprendere e valorizzare, con il recupero dei percorsi, l’antica pratica dei pellegrinaggi verso la Santa Casa di Maria di Loreto e le oltre 4200 memorie lauretane presenti in Europa e nel Mondo.

Il punto di partenza da cui ci si è mossi è stata certamente la Memoria di una pratica di culto, il pellegrinaggio, tanto diffuso in passato, al punto di creare le proprie Vie nel quadro della mobilità generale delle persone e delle cose.

Una Memoria, quella della Via Lauretana e più ampiamente dei Cammini Lauretani, che tramanda il racconto dei Pellegrini fin dal ‘200, con questo collocando questi nostri percorsi sacri in un contesto non dissimile, per antichità e significato religioso, dalla Via Francigena e dai Cammini di Santiago di Compostela.

Il nostro territorio, le comunità ecclesiali ma anche le Istituzioni laiche davvero sensibili al tema, non hanno lesinato gli sforzi specie nell’ultimo decennio, fino a  trovare nel Tavolo di Concertazione per il recupero e la valorizzazione della Via Lauretana, istituito a Loreto il 10 dicembre 2010 alla presenza del Card. Angelo Bagnasco, già Presidente della CEI, dalla Conferenza Episcopale Marchigiana, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Loreto, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Macerata, dall'Associazione dei Comuni Marchigiani e dall'Associazione Via Lauretana, il luogo dove pubbliche amministrazioni, enti religiosi, fondazioni, potevano condividere ispirazione, percorso ed obiettivo comune.

Da quel contesto, anche dai tentativi via via intrapresi senza felice esito, ha poi preso sempre maggiore forma un’idea che,  raccogliendo e sistematizzando ricerche ed impegno di molti, ha infine trovato l’occasione per concretizzarsi.

Il Bando DCE – Distretto Culturale Evoluto, proposto nel marzo del 2013 dalla Regione Marche per selezionare proposte innovative e coerenti di valorizzazione della cultura come fattore centrale di sviluppo territoriale, ha stimolato un’iniziativa progettuale che ha saputo unire e valorizzare gli sforzi di tanti, indirizzandone l’azione verso obiettivi condivisi.

E’ così nato, per iniziativa dello staff progettuale promosso dalla Fondazione Mastrocola, uno spunto progettuale, che via via ha trovato sempre più consensi ed energie disponibili, fino a coinvolgere, con il Comune di Loreto (poi Capofila) e con l’Associazione della Via Lauretana,  ben 20 partner, (Comune di Loreto, Fondazione di Religione e di Culto "Vaticano II", Fondazione Mastrocola - Istituti Riuniti Santa Rita da Cascia, Fondazione Giustiniani Bandini, Confraternita SS Stimmate di San Francesco, Parrocchia San Giovanni - Macerata, Camera di Commercio di Ancona, Camera di Commercio di Macerata, Associazione Via Lauretana, Provincia di Macerata, Provincia di Ancona, Università di Camerino, Università Macerata, Confartigianato Imprese Macerata, Confcommercio Imprese per l'Italia Marche Centrali, Fondazione Cassa di risparmio della provincia di Macerata, Fondazione Cassa di Risparmio di Loreto, ARTIFEX srl, ELI srl) risultato importante in sé stesso.

Il Bando ha reso disponibili risorse ed un quadro istituzionale di azione e di sinergie di grande rilievo, ponendo così le basi materiali indispensabili perché una visione così ampia come quella della ripresa dei “Cammini Lauretani” divenisse progetto concreto e realizzabile.

Certamente, la progettualità presentata, da un lato, come si diceva, raccoglie e sistematizza i tanti sforzi e filoni di proposta maturati degli anni, ma dall’altro lato li indirizza, senza piegarli o snaturarli, verso una finalità che, pur presente tacitamente nelle precedenti elaborazioni, viene ora posta in primo piano: fare della Cultura la risorsa per lo sviluppo del territorio e di un’imprenditorialità giovanile, innovativa, qualificata e ben radicata nel suo ambiente.

Il Progetto DCE "Cammini Lauretani" ha così raccolto la sfida, individuando nella Spiritualità Lauretana il maggior valore culturale del territorio, un valore che, sedimentato nei secoli, ha innervato, ed innerva tuttora, il paesaggio, la rete dei borghi, le pratiche di culto, i luoghi della memoria, i beni culturali, l’intreccio felicissimo tra bellezza del creato e lavoro dell’uomo, che così chiaramente può cogliere quasi con mano chi si dispone alla visita del nostro territorio.

Potremmo forse dire che I Cammini Lauretani sono Paesaggi dell’Anima, nel momento che favoriscono in chi le percorre un sentimento una particolare vicinanza, quasi una predisposizione, a godere di un senso di serenità tanto diffuso quanto sempre percettibile.

Il Progetto nasce da questa Visione, e sviluppando il tema regionale proposto in sintonia con il carattere dei luoghi, si propone di avviare un processo di crescita dove la Spiritualità Lauretana sia di lievito per uno sviluppo armonioso del territorio.

Negli ultimi anni si sta lavorando per costruire un partenariato europeo e sono stati già raggiunti degli accordi con la Croazia, mentre sono in corso di valutazione le intese con Polonia, Grecia e Repubblica Ceca.

Contattaci!

Vuoi organizzare un viaggio lungo la Via Lauretana? Inviaci una richiesta, ti risponderemo al più presto!

Richiedi la Credenziale!

Scarica la guida!

Ordina il libro!

Scarica l'app!

Choose Language

Seguici su

Facebook
Twitter
Googleplus
Youtube

I Cammini Lauretani